cosa dobbiamo continuare

Labi1995
Posts: 147
Joined: Wed Apr 17, 2019 9:43 am
Gender: Female
Contact:

cosa dobbiamo continuare

Postby Labi1995 » Thu Aug 22, 2019 8:37 am

Associato a questo cambiamento, il loro passo inizia ad accorciarsi e il loro fatturato aumenta. Ciò che Heiderscheit ha dimostrato è che, facendo ciò, Nike Air Max 90 Dam potrebbero anche ridurre le forze di impatto sul ginocchio e sull'anca. Il salto è quindi dire che ridurre l'energia meccanica che viene assorbita da quelle articolazioni in qualche modo "cura" la lesione. Quest'ultima parte, sfortunatamente, è il collegamento che deve ancora essere fatto, ma secondo l'articolo di Alex Hutchinson in The Globe and Mail, Heiderscheit ha indicato che “uno studio randomizzato e controllato che confronta un aumento della frequenza del passo con la cura standard per il dolore al ginocchio e il ileotibiale la sindrome della banda, con un follow-up di uno o due anni, è in fase di elaborazione. ”I risultati di questo studio saranno molto interessanti da vedere. Vorrei rivolgere alcune informazioni presentate in un'intervista affascinante che Amby Burfoot condotto con il Dr. Heiderscheit sul blog Peak Performance Nike Air Max Classic BW Mujer - Consiglio vivamente di leggerlo. Tra le curiosità interessanti dell'intervista ci sono le seguenti: Nell'intervista, Heiderscheit sottolinea che l'idea di condurre lo studio è nata dall'osservazione dei corridori nella loro clinica - hanno notato che molti pazienti hanno riferito che le loro ginocchia si sentivano meglio quando correvano veloci ( che implica anche una cadenza più veloce). Questo è un ottimo esempio di come gli aneddoti possano stimolare ricerche interessanti ed è piacevole sentirlo. Troppo spesso agli scienziati piace mettere da parte l'evidenza aneddotica, quando in realtà può essere la più grande fonte di ispirazione per la ricerca. Quello che stiamo vedendo in questo momento nel dibattito scalzo / minimalista sono tonnellate di aneddoti e poca ricerca dura, ma la mia speranza è che gli aneddoti che sono là fuori spingeranno i ricercatori a porre e affrontare nuove e interessanti domande. In risposta a una domanda posta da Burfoot in merito a ciò che pensava potesse accadere se i suoi soggetti avessero indossato delle scarpe da corsa, Heiderscheit ha risposto che: “Immagino, e questa è solo una speculazione, che non funzionerebbero come nell'allenamento scarpe. Penso che avrebbero scelto un passo preferito vicino alla nostra condizione del + 5%. ”Burfoot continua chiedendo se“ le scarpe spesse e ammortizzate ”incoraggino i corridori a fare un passo più lungo, a cui Heiderscheit risponde che c'è molta variabilità (come mi aspetterei), ma che "sembra una conclusione ragionevole." Heiderscheit affronta il fatto che i corridori nel suo studio hanno percepito un livello maggiore di sforzo a una velocità maggiore, sottolineando che ci vuole tempo per adattarsi a un nuovo andare avanti e non sentirsi "sciocco" nel farlo. Questa è esattamente la mia esperienza - ogni volta che provo qualcosa di nuovo con la mia andatura da corsa all'inizio mi sembra strano, ma con la pratica tende a diventare molto più comodo. Nonostante gli interessanti risultati presentati in questo studio in merito ai potenziali benefici di un passo più breve e più veloce, il Dr. Heiderscheit sottolinea chiaramente che non hanno collegato la riduzione della forza d'impatto sulle articolazioni alla riduzione delle lesioni. Indica, tuttavia, nell'intervista di Burfoot che prove aneddotiche della clinica sembrano supportare questa tesi - fino a quando i risultati di uno studio sugli infortuni non vengono divulgati, ecco cosa dobbiamo continuare. Voglio affrontarlo perché vedo spesso come i risultati di studi come questo possono essere portati troppo lontano per sostenere un punto (probabilmente l'ho fatto di tanto in tanto da solo). è importante notare che lo studio di Heiderscheit non era né destinato né progettato per affrontare i benefici della corsa scalza / minimalista. Sospetto, anche se non posso essere sicuro, che la maggior parte dei corridori nello studio indossasse scarpe moderne con suole spesse. Quindi è del tutto possibile che i benefici di un passo più breve e più veloce siano indipendenti dalle calzature. Quello che trovo intrigante è che molte persone osservano un cambiamento abbastanza rapido nell'andatura quando iniziano a muoversi a piedi scalzi / minimalisti. L'ho sperimentato anch'io. Pertanto, è possibile che andare a piedi nudi / minimalisti possa aiutarti in una transizione di andatura, che a sua volta potrebbe aiutarti a raccogliere alcuni dei benefici conferiti ai soggetti nello studio di Heiderscheit quando corri con cadenza aumentata.


Return to “Advertising”